LICEO DA VINCI E ATB: LA SERBIA DEI ’90

image_pdf

Martedì 27 marzo gli studenti delle classi 4M e 4F del Liceo Scientifico Da Vinci, hanno partecipato all’ultimo incontro formativo pre-partenza con l’editor Giuliano Geri. Argomento principale della formazione sono gli anni ‘90 e la voce degli intellettuali serbi. La formazione si apre con alcune immagini dell’ultima partita giocata dalla Jugoslavia a Bari pochi giorni prima dell’inizio della dissoluzione, dove sugli spalti cominciano a comparire alcune bandiere nazionaliste, come quella sventolata da alcuni tifosi serbi con la croce ortodossa. Questo permette al relatore di introdurre i concetti di appartenenza religiosa e nazionalismo. Geri prosegue poi l’intervento con una breve analisi della figura di Milošević e in generale della situazione in Serbia negli anni ’90. La narrazione passa attraverso le figure di Arkan e Šešelj, la situazione economica e l’iperinflazione, le proteste studentesche e Vuk Drašković, le bombe su Belgrado e infine Đinđić e il suo assassinio nel 2003. In questo dinamico contesto sono collocati i due autori che i ragazzi incontreranno a Belgrado in occasione del viaggio formativo in Serbia: Dušan Veličković e Vladimir Arsenijević. L’incontro si conclude raccontando la Belgrado di oggi e la sua dimensione internazionale con un rilevante aumento degli investimenti arabi e cinesi che andranno fortemente a caratterizzare lo skyline della città.

L’incontro formativo è stato l’ultima tappa di avvicinamento alla Serbia che precede il viaggio vero e proprio in Serbia che avrà luogo durante i giorni 11-14 aprile e che porterà i 40 studenti a scoprire il passato recente e il presente di un paese, la Serbia, un paese con un passato difficile e che non senza difficoltà ha intrapreso la strada dell’avvicinamento all’Unione Europea e che è tornato recentemente alle cronache per essere territorio di passaggio della Rotta Balcanica. Pubblichiamo l’articolo di Paolo Piffer apparso domenica 8 aprile sul Trentino.

L’esperienza formativa in Serbia è lo sviluppo naturale del progetto La Lezione di Sarajevo, un percorso che ogni anno vede numerosi studenti trentini visitare la Bosnia Erzegovina accompagnati da ATB.