STILI DI VITA SANI TRA LE VIE DI PEJA

image_pdf

Sabato 18 agosto 2018, si sono conclusi i tre giorni dedicati alla prevenzione oncologica e alla promozione degli stili di vita sani, organizzati nella piazza centrale di Peja dalla Lega Lotta Tumori del Kosovo (LKLT-Liga Kosovare në Luftë Kundër Tumorit).
L’iniziativa, promossa dalla LKLT in collaborazione con ATB Onlus e TcK, ha visto anche la partecipazione del Vice Ministro alla Salute, il dott. Ali Berisha, che nel marzo scorso si era recato a Trento, insieme al primario del reparto di Oncologia del Centro Clinico Universitario di Pristina (UCCK), dott. Ekrem Hyseni, per approfondire da un lato il funzionamento della Sezione Provinciale di Trento della LILT, dall’altro esplorare possibili collaborazione con l’APSS in ambito oncologico.
Il viceministro Berisha, insieme allo staff della LKLT e al direttore di ATB, Maurizio Camin, ha distribuito della frutta ai cittadini, richiamando l’attenzione sull’importanza di adottare stili di vita sani, partendo innanzitutto da un’alimentazione sana ed equilibrata. Il viceministro ha sottolineato inoltre come “la prevenzione sia la prassi più importante per promuovere il benessere fisico e mentale, e così la vita”.
Un’altra attività promossa all’interno dello stand LKTL ha voluto sensibilizzare in particolare i più piccoli, proponendo alcuni giochi educativi per combinare divertimento e informazione.

Per quanto non si disponga di dati certi relativi all’incidenza dei tumori in Kosovo — né in termini quantitativi (numero di casi diagnosticati ogni anno) né qualitativi (tipologie di tumori) — le malattie oncologiche sono drammaticamente diffuse. Nonostante ciò, c’è ancora molta reticenza a discutere pubblicamente della tematica. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, tra il 30 e il 50% dei tumori è prevenibile, adottando stili di vita sani e consapevoli. Per questo ATB Onlus e la LKLT hanno deciso di lavorare intensamente per aumentare la consapevolezza della popolazione kosovara sula riduzione dei fattori di rischio. In particolare inizieranno a settembre 2018, percorsi di prevenzione e di formazione nelle scuole sull’argomento, coordinati dagli uffici LKLT di Peja e di Pristina.
Il progetto è co-finanziato della Regione Trentino-Alto Adige e dalla Provincia Autonoma di Trento.