COOPERAZIONE E DIRITTO ALL’ISTRUZIONE

Print Friendly, PDF & Email

Sono aperte le iscrizioni al seminario della Carta di Trento “COOPERAZIONE E DIRITTO ALL’ISTRUZIONE. La cooperazione internazionale per l’educazione universale“, che si terrà venerdì 9 maggio 2014 a Trento, presso il Palazzo della Regione Trentino Alto Adige. Per info e adesioni: cartaditrento.wordpress.com.

coop e diritto all'istruzione

La Carta di Trento per una migliore cooperazione internazionale è il risultato di un percorso che vari attori della cooperazione, locali e nazionali, istituzionali e non governativi (tra i quali ATB), hanno avviato nel 2008 a Trento. Attraverso la Carta ed i seminari ad essa collegati, questi soggetti si pongono l’obiettivo di promuovere il dibattito sui nuovi orientamenti della cooperazione in Italia, prendendo come riferimento gli obiettivi del millennio e declinandoli di anno in anno attraverso riflessioni ed esperienze pratiche portate da esperti, cooperanti, volontari ed autorità locali. Come enuncia il titolo dell’evento, il 2014 è l’anno in cui si parlerà del Secondo Obiettivo e quindi di Istruzione.

Cooperazione e diritto all’istruzione (da cartaditrento.wordpress.com)

L’accesso all’educazione è uno dei diritti fondamentali ed inalienabili della persona e sancisce il ruolo fondamentale dell’istruzione nel rispetto delle libertà dell’uomo e della donna. L’istruzione rappresenta un potente veicolo di cambiamento sociale ed economico nei Sud come nei Nord del mondo per tale motivo con il 2° Obiettivo di Sviluppo del Millennio, 191 capi di stato si sono impegnati a dare entro il 2015 a tutti i bambini, maschi e femmine, ovunque nel mondo, la possibilità di completare la scuola primaria.
La cooperazione internazionale deve quindi poter operare nei paesi e nelle comunità dei Sud del mondo promuovendo in accordo con gli attori locali un più ampio investimento nelle infrastrutture e nella formazione degli insegnanti e attuando azioni a contrasto della dispersione scolastica. Gli interventi dovranno inoltre tenere conto dell’inclusione delle bambine e adolescenti nel sistema educativo; mantenere alta l’attenzione alle minoranze etniche e contribuire a promuovere un’educazione di qualità anche nelle aree periferiche.
Per attuare queste ed altre azioni a promozione del diritto e dell’accesso ad una istruzione di qualità, è quindi importante conoscere l’evoluzione dell’approccio della cooperazione allo sviluppo nella promozione dell’accesso all’istruzione e confrontarsi con il lessico, le problematiche e le sfide della cooperazione internazionale in Italia e nel mondo a partire dalla comprensione dei dati attuali e dei numerosi legami con le altre dimensioni dello sviluppo umano.

Destinatari

Il seminario del 9 maggio è rivolto a tutti gli operatori della cooperazione internazionaleagli insegnantiagli studenti e ai ricercatori interessati alle questioni sociali internazionali,indipendentemente dagli ambiti d’intervento o di specializzazione; infatti, il contesto globale in cui si inserisce la cooperazione internazionale suggerisce la necessità di acquisire, nell’agire cooperativo, una visione d’insieme delle molteplici dimensioni dello sviluppo umano.

Ricordiamo che nell’edizione 2013, che aveva come focus il terzo obiettivo del millennio e cioè la promozione dell’eguaglianza di genere e delle pari opportunità, ATB ha partecipato attivamente portando l’esperienza dei progetti promossi in collaborazione con l’Associazione Fenomena a Kraljevo, partner locale in Serbia fin dal 2006.

I promotori della “Carta di Trento”:Promotori Carta di Trento