MJEDISI HERO: ARTE, L’EROE CHE SUPERA I CONFINI

/in /da
Print Friendly, PDF & Email

Andrea Oberosler, artista dello Studio d’Arte Andromeda che con il collega Tiziano Beber, ha animato BalcAnimazioni ARTE, è venuto a trovarci in ufficio per ricordare insieme alcuni aneddoti e alcune curiosità della settimana trascorsa assieme in Kosovo. Durante quelle giornate, abbiamo avuto la possibilità di conoscerci a fondo, trascorrendo le ore di lavoro ma anche le ore di svago sempre assieme. Grazie a ciò, siamo riusciti a creare una complicità ed uno spirito di collaborazione e condivisione davvero potenti e costruttivi.
Da un punto di vista professionale, la settimana estiva trascorsa in Kosovo è stata, per Tiziano e Andrea, una formidabile opportunità di confrontarsi con moltissime opere di animazioni provenienti da tutta Europa e da oltreoceano: trarre spunto da lavori altrui, ma anche tentare di competervi, è stato per loro stimolante e interessante. Infatti proprio durante BalcAnimazioni ARTE si svolgeva il Festival di Animazione ANIBAR – Festival di grande rilievo per Peja, che ogni anno riesce a movimentare e attivare tutti in città.

Festival di animazione: ANIBAR

Quest’anno si è tenuta la decima edizione del festival di animazione ANIBAR, che dal 15 al 21 luglio ha riempito cinema, teatri e centri sportivi di Peja. Grazie al supporto di 28 sponsor, tra cui ATB, anche stavolta si è svolto l’unico festival di animazione in Kosovo e uno dei più grandi del Paese. Dal tema attuale e provocatorio, Hopes and Fears, ANIBAR ha riunito appassionati, forestieri ed artisti, incoraggiando l’attivismo civico attraverso l’arte. Tra i molti ospiti, sono arrivati da Los Angeles anche Bryan Newton e Matt Taylor, i due direttori del team che ha creato una tra le più audaci serie dei nostri giorni, “Rick & Morty”; anche Anna Eijsbouts, giovane artista olandese specializzata in cutout animation e in marionette, vincitrice di importanti premi, ha portato il suo genio. Se 10 anni fa, il festival era stato pensato ed iniziato da pochi volenterosi giovani kosovari, che dopo aver concluso le sessioni di esami all’università hanno occupato la loro estate organizzando questa settimana di creatività, nell’intento di costruire un paese con l’aiuto dell’arte, oggi questo festival gode di fama europea ed internazionale e raggruppa decine di dediti volontari e operatori dietro le quinte.

Sito internet ufficiale: www.anibar.org

Anche grazie a questo intreccio di abilità e grazie all’ispirazione artistica di non poca rilevanza, i due professionisti hanno prodotto il cortometraggio “MJEDISI HERO” un’opera simpatica, semplice nella trama, ma allo stesso tempo profonda per le tematiche che intendeva comunicare. Tiziano e Andrea ci hanno lavorato con una dozzina di ragazzi kosovari dell’età di circa 10-13 anni: hanno instaurato con loro un rapporto davvero singolare, basato sulla reciproca stima e ammirazione. Il clima tranquillo e sereno che si respirava nella saletta al piano terra del centro giovani, in cui operava BalcAnimazioni ARTE, faceva da sottofondo al rumore delle forbici, della plastica, delle pezze e di tutti quei materiali di scarto che, reinventati aggiungendo occhi e buffe espressioni, sono serviti per creare i personaggi del cortometraggio. Entrambi si dicono soddisfatti di quello che hanno realizzato unendo creatività e supporto manuale dei ragazzi: un video che tratta il tema del riciclo, attraverso il metodo della cosiddetta “stop motion”.

MJEDISI HERO: cortometraggio "stop to motion" come tema l’ambiente

Durante la chiacchierata, Andrea ci parla della sua seconda esperienza in Kosovo -aveva partecipato a BalcAnimazioni anche lo scorso anno- come estremamente positiva ed entusiasmante. La sua sensazione rispetto al Paese è che, a livello visivo, la povertà e il degrado si siano attenuati: meno cani randagi per le strade, meno bambini costretti a elemosinare per strada. Il confronto con una cultura diversa e per lo più sconosciuta è alla base della decisione di partire per lavorare e portare avanti le proprie passioni in un contesto nuovo e curioso. E tale confronto include anche variazioni di rotta, come quella adottata per il cortometraggio: include un’azione di adeguamento delle idee e proposte iniziali, a quello che è stato il gruppo di lavoro kosovaro che ha accompagnato Andrea e Tiziano durante l’ideazione e la realizzazione del corto. Come ci spiega Andrea, la lingua e la reattività dei ragazzi sono stati gli scogli da affrontare per dare il via ai lavori. Tuttavia, grazie alle sue notevoli capacità empatiche e linguistiche, Andrea ha saputo coordinare sapientemente il gruppetto di giovani, aiutato dalla simpatia e dall’abilità creativa di Tiziano. La sera della proiezione del film si è rivelata emozionante sia per gli ideatori che per il gruppo di ragazzi, seduti in prima fila, proprio a celebrare l’amicizia costruita con Andrea e Tiziano e per assaporare il caloroso applauso a fine proiezione, largamente meritato e sperato.

Si può certamente affermare che BalcAnimazioni2019 sia stato un successo, e questo è dovuto anche alla simpatia e all’allegria trasmessa dai due artisti, che si può dire abbiano conferito all’intero gruppo (dello staff e dei giovincelli) una coesione ed una serenità davvero fondamentali per affrontare ogni momento, dal più gioioso a quello più complicato! Un ringraziamento davvero sentito da parte di tutti i collaboratori e volontari di ATB.

Articoli correlati: