ANCHE A SHTAT SHTATORE…TUTTI A SCUOLA!

Print Friendly, PDF & Email

20151005_112931[1]E’ quasi giunta al termine la visita studio in Trentino per una delegazione di insegnanti e rappresentanti del Comune di Peje/Pec (Kosovo). L’iniziativa si colloca all’interno del progetto “Anche a Shtat Shtatore…tutti a scuola!” realizzato grazie alla collaborazione tra Associazione Trentino con i Balcani, Docenti Senza Frontiere, Istituto Comprensivo Aldeno Mattarello, Municipalità di Peje/Pec, Scuola di Xhemail Kada (Peje, Kosovo) e Cooperativa Arianna.

Le delegazione, composta dall’Assessore all’Istruzione del Comune di Peje, dal direttore e 4 insegnanti della Scuola Xhemail Kada e da 4 giovani youth workers dell’associazione NPU (Associazione per la pace e l’unità di Peje) , è ospite in Trentino dal 4 all’11 ottobre per una settimana di incontri e workshops.

20151005_112931[1]

Questi momenti formativi mirano a fornire le competenze e le basi per la creazione di strumenti utili all’inclusione scolastica, all’incontro costruttivo tra le culture e di comprensione dell’ “altro” e, in termini più ampi, per favorire contesti di inclusione per contenere il fenomeno del drop-out scolastico di alunni Rom, Askali, Egiziani e Bosniaci. In particolare, lo strumento che il progetto promuoverà sarà quello della FIABA, già utilizzata in alcuni contesti italiani, per favorire la creazione di occasioni di incontro e riflessione sulle differenze intese non come elementi di separazione ma di ponte tra culture diverse.

IMG_7030Martedì 6 ottobre 2015, la giornata di lavoro tra docenti Trentini e Kosovari nel quadro del progetto “Anche a Shtat Shtatori…tutti a scuola” è stata aperta da Sara Ferrari, Assessora alla Cooperazione della Provincia Autonoma di Trento, e Alessandro Andreatta, Sindaco del Comune di Trento. Le autorità trentine hanno portato i saluti istituzionali alle autorità kosovare presenti. Sono stati brevemente ripercorsi i tratti salienti della cooperazione tra le due comunità e rinnovata, da entrambe le parti, la collaborazione futura.

L’importante percorso formativo che si concluderà sabato ha ospitato e ospiterà incontri con esperti nel settore dell’educazione globale e dell’inclusione scolastica quali il prof. Vinicio Ongini (MIUR), la prof.ssa Danila Zanotelli (Istituto Comprensivo Aldeno Mattarello), il prof. Federico Batini (Università di Perugia) e la prof.ssa Angela Maltoni (Università di Genova) e incontri istituzionali con realtà trentine collegate al fenomeno in oggetto alla visita. Di particolare interesse è stato l’incontro con il Sindaco e la scuola di Sanzeno (Val di Non) che negli ultimi mesi si sono operati per una raccolta di banchi e materiale scolastico da donare alla scuola Xhemail Kada.
La chiusura di questo percorso segnerà l’apertura del lavoro di raccolta delle fiabe multietniche in Kosovo, di un più ampio processo di contenimento del drop-out scolastico e sensibilizzazione della popolazione kosovara e un rafforzamento della cooperazione tra le nostre comunità e associazioni, cominciata nel 1999 e che attraverso questi progetti si consolida e rafforza.

IMG_7008

20151005_112913[1]

PROGETTO
l progetto promosso da Docenti Senza Frontiere, in collaborazione con ATB e con il contributo della Provincia Autonoma di Trento, mira a favorire la diminuzione dell’abbandono scolastico e i processi di inclusione sociale degli alunni della scuola “Xhemail Kada” di Pejë/Peć. In particolare, esso intende sostenere e rinforzare l’attività didattica degli insegnanti della scuola, anche in linea con quanto stabilito dall’Action Plan per l’integrazione delle comunità rom, ashkali ed egiziana del Kosovo (2009–2015) elaborato dal governo di Pristina. Si intende perciò agire sia a livello didattico-educativo sia nei confronti delle famiglie e della comunità, in modo da favorire quei processi di inclusione socio-economica necessari allo sviluppo locale. Per questo il progetto vede coinvolti alcuni partner locali fondamentali, quali il Comune di Pejë/Peć e l’Associazione Trentino con i Balcani che da anni collabora con la scuola del quartiere di Shtat Shtatore.
Non un percorso di formazione ed aggiornamento per insegnanti, a anche 2 campi estivi di animazione, un laboratorio annuale di narrazione e fiabe appartenenti al patrimonio delle culture presenti in Kosovo, un laboratorio annuale sui diritti umani e diritti dell’infanzia ed una serie di iniziative ed internventi di tipo socio-culturale rivolte al quartiere di Shtat Shtatore ed allla scuola Xhamail Kada.