ECG: I BALCANI, MONTAGNE SCONOSCIUTE

/in /da
Print Friendly, PDF & Email

Lunedì 14 gennaio ATB è stata ospite della serata dedicata a “I Balcani: montagne sconosciute” organizzata da Michele Paderno presso la sede del Club Alpino Italiano (CAI) di Brescia.

Michele Paderno, laureato in Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio all’Università di Trento, aveva già collaborato con ATB durante il periodo di ricerca tesi che ha trascorso in Kosovo tra maggio e agosto dello scorso anno, durante il quale ha avuto la possibilità di scoprire ed esplorare alcune delle montagne della regione. Da sempre appassionato alla montagna e alle attività ad essa connesse, Michele ha voluto organizzare una serata per presentare i territori dei Balcani, la loro storia, la cultura e le loro tradizioni e per condividere con tutti i presenti la sua esperienza tra i paesaggi montani balcanici che nascondono scenari naturali poco conosciuti ma ricchi di tanta bellezza. Attraverso fotografie, video e musica tradizionale, Michele ha voluto invitare tutti gli appassionati ad avvicinarsi alla penisola Balcanica e alle sue montagne presentando le diverse opportunità e attività che il territorio offre, dal trekking allo sci alpino fino all’arrampicata.

Milva Ottelli, membro del consiglio del CAI di Brescia e appassionata di arrampicata, è intervenuta per presentare la sua recente esperienza sulle montagne bosniache. Ha sottolineato inoltre come le esperienze legate alla natura e alla montagna non possono prescindere dalla conoscenza e dal racconto del contesto storico e politico dei territori interessati e questo vale anche e soprattutto quando si tratta dei Balcani, dove la conoscenza della storia e dei conflitti degli anni 90 sono fondamentali per comprendere il presente di questo territorio.

ATB è stata ospite della serata per presentare e raccontare i suoi 20 anni di collaborazione con i Balcani, territori che ancora oggi vengono principalmente associati a guerra, conflitto e divisione ma che in realtà sono in grado di stupire con paesaggi naturali mozzafiato e ancora incontaminati. Cogliendo l’iniziativa di Michele, ATB si è unita all’invito di conoscere, scoprire ed esplorare la penisola balcanica nell’ottica di un turismo responsabile attento all’impatto ambientale e che possa aiutare e favorire lo sviluppo dei territori. Come ha ricordato Michele, tante sono le realtà locali che negli ultimi anni si sono attivate per la promozione e la valorizzazione turistica degli ambienti naturali e per favorire lo sviluppo locale dei territori, gli stessi territori che fino 20 anni fa erano luoghi di scontri e guerra.

L’incontro ha ricevuto un feedback positivo dal pubblico e si è concluso con un accenno all’opportunità di organizzare, insieme al CAI di Brescia, un percorso di avvicinamento e incontro con le montagne dei Balcani.