L’AICS DI TIRANA IN VISITA IN TRENTINO

/in /da
image_pdf

Si è conclusa venerdì scorso, 28 settembre 2018, la missione in Trentino dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo di Tirana, organizzata dal Servizio Attività Internazionali della PAT e coordinata da ATB Onlus, che ha visto la partecipazione del Direttore dell’AICS, dott. Nino Merola, il responsabile del comparto natura e ambiente, dott. Enrico Azzone, e il responsabile AICS a Sarajevo con competenza sulla Bosnia e Erzegovina, dott. Marco Spada. Tre giorni densi di incontri e spunti per capire e approfondire il sistema trentino, con un focus particolare sulla tematica del turismo sostenibile.

L’Albania, infatti, ha assistito negli ultimi anni ad un forte incremento turistico principalmente lungo le sue coste, ma anche nelle parti più montuose dell’entroterra, per quanto qui lo sviluppo turistico sia solo all’inizio. Secondo le stime dell’Istituto di Statistica Nazionale Albanese, dal 2012 al 2017, i turisti stranieri in Albania sono passati da 3.2 a 5.1 milioni. Un incremento che è stato accompagnato anche da un forte investimento in strutture ricettive, soprattutto sulla costa. Ma accanto alle opportunità sempre più concrete di una crescita economica trainata dal turismo, il rischio ambientale non deve essere sottovalutato, anche solo prendendo in considerazione le strutture e gli impianti (per lo smaltimento dei rifiuti e per il trattamento delle acque reflue in primis) che dovranno essere previsti e costruiti nei prossimi anni per far fronte alle necessità derivanti da una crescente domanda turistica.

La missione segue la visita dell’Assessora alla cooperazione internazionale, Sara Ferrari del luglio scorso durante la quale l’AICS di Tirana era stata invitata in Trentino per approfondirne le pratiche in termini di sviluppo.

Per dare un quadro il più possibile completo del panorama trentino, la delegazione ha incontrato le eccellenze nel campo della ricerca, dell’alta formazione e dell’alta tecnologia, con incontri presso la Fondazione Bruno Kessler con il responsabile delle relazioni internazionali, dott. Andrea Tomasi e il senior Researcher dott. Venet Osmani, presso la Fondazione Edmund Mach con il Presidente Andrea Segrè, e presso l’Istituto di Alta Formazione Professionale alberghiero di Rovereto, con il Dirigente Federico Samaden.

Occasione di ulteriore approfondimento, dopo una prima introduzione avvenuta a luglio, è stato l’incontro con alcuni rappresentanti della Piattaforma125, il Dirigente dott. Farella, il sostituto Direttore, dott. Rocchetti e il rappresentante dell’Area Internazionalizzazione di Trentino Sviluppo Spa, dott. Tomasi.

Sono stati organizzati anche incontri di carattere tecnico con il Direttore di Confindustria Trento, dott. Busato, con il Direttore dell’Ufficio Promozione territoriale del Servizio Turismo e Sport della PAT, dott. Bax e con i professori Guido Zolezzi e Marco Bezzi dell’Università di Trento. Per concludere, nella mattinata di venerdì, la delegazione AICS ha avuto modo di dialogare con i rappresentanti delle associazioni trentine che operano da anni in Albania, tra cui Teuta, Operazione Colomba, Rinia, VIS e Dokita Trentino Alto-Adige.

Importante, infine, è stata anche la partecipazione da parte della delegazione AICS all’Assemblea Annuale delle associazioni trentine di cooperazione internazionale allo sviluppo, tenutasi presso il chiosco del Centro per la Cooperazione Internazionale mercoledì 26 ottobre, alla presenza dell’Assessora Sara Ferrari.

Molte le possibilità di collaborazione emerse che saranno discusse nei prossimi mesi.